Qalhat – Bibi Maryam Tomb

Home > A’Sharqiyah > Qalhat – Bibi Maryam Tomb

ATTRAVERSO LE ROVINE

La storia di Qalhat risale all’età del bronzo. I portoghesi occuparono la città fino a quando non furono espulsi alla fine del XVI secolo. Da allora, l’insediamento è andato lentamente in rovina, con solo la tomba di Bibi Maryam rimasta a testimonianza della precedente importanza di Qalhat.

Qalhat era un tempo un gioiello splendente lungo la costa dell’Oman. La rotta commerciale dell’Oceano Indiano ha portato molte persone attraverso l’antica città, che l’esploratore italiano Marco Polo ha descritto con “dei bei bazar e una delle più belle moschee”.
Oggi resta solo un mausoleo a testimoniare l’antica gloria della città. Alcuni sostengono che la tomba solitaria sia stata costruita da Baha al-Din Ayaz, re dell’Impero di Hormuz, per sua moglie Bibi Maryam. Ma altri sostengono che fu proprio lei a costruirlo per lui.